Una vita al servizio del Canottaggio: Nicolò Scotto

Un grande momento di emozione per tutti i delegati liguri (e non solo) presenti all’Assemblea: la consegna della benemerenza (socio benemerito) da parte del Presidente della Federazione Italiana Canottaggio a Nicolò Scotto .   Classe 1934, Scotto ha iniziato la pratica agonistica del canottaggio con i Canottieri Sampierdarenesi nel 1953, culminata con il conseguimento delle Medaglie d’Argento nelle categorie Juniores e Seniores ai Campionati d’Italia del 1959 e l’inserimento nella rosa dei Probabili Olimpici 1960.

Ha successivamente proseguito con buoni risultati l’agonismo nella categoria Master.

Allenatore di valore, oggi tesserato Canottieri Sampierdarenesi  di cui è stato acclamato nel 2014 Presidente Onorario, ha prestato la propria attività anche fuori dalla Liguria, negli anni dal 1967 al 1969, presso l’IGNIS di Varese, ove ha portato l’equipaggio 2 di coppia alla conquista del titolo Senior ai Campionati d’Italia e gli equipaggi due di coppia e due con alla conquista del Trofeo Barlocco. E’ stato chiamato a collaborare con il Tecnico Federale Guido Siliprandi quale docente al primo Corso Allenatori organizzato dalla FIC.

Assieme a Scotto, la FIC ha deciso di assegnare ugual benemerenza anche al savonese Bruno Pignone, da molti anni  Giudice Arbitro.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.