Perino quarto in quattro senza a Chungju

Paolo Perino
Paolo Perino

canottaggiomania_Chungju_4senzaPaolo Perino, genovese cresciuto nella Sportiva Murcarolo, conclude il suo Mondiale, nella coreana Chungju, al quarto posto nella specialità del quattro senza. Un ottimo risultato per un giovane atleta (25 anni) ed un ancor più giovane barca, se consideriamo l’età dei suoi compagni (come lui, tutti finanzieri): il ventenne capovoga Giuseppe Vicino, il quasi ventitreenne Mario Paonessa ed il quasi diciannovenne Matteo Lodo. Quattro giovani alla ribalta, capaci di conquistare la finale con tecnica e cuore nella vittoria della loro semifinale. Nell’atto conclusivo della competizione, ottima la partenza della barca azzurra che è passata subito al comando in una gara davvero dura ma ai 500 metri è stata l’Australia a transitare prima tallonata dall’Italia a soli 26 centesimi di distacco. Gran Bretagna, Usa e Italia le barche sulla stessa linea a 900 metri. Aussie primi a metà gara con Usa e Italia rispettivamente seconda e terza. Una finale al cardiopalmo. Posizioni incerte, quattro barche divise da pochi centesimi. Ai 1500 il passaggio di gara vede Australia, Olanda, Usa e Italia. Nel finale Paolo e compagni si sono visti sfuggire la  medaglia per 1″22 e con l’Olanda neocampione del mondo.

Resta, comunque, la oddisfazione per il team della Sportiva Murcarolo, in particolare per coach Stefano Melegari, di aver visto competere Paolo ed altri due suoi gioielli. Denise Zacco, tredicesima nel singolo Pesi Leggeri dopo aver già partecipato ai Mondiali Under 23, e Benedetta Bellio, impegnata sia nel quattro senza (quinta) sia nell’otto (nona).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.