Cinque medaglie per i liguri ai Mondiali Junior e Universitari

Liguria sugli scudi tra Racice e Shangai, sedi rispettivamente  dei Mondiali Junior e Universitari. Cinque medaglie iridate ripagano gli sforzi compiuti in allenamento, nei raduni preparatori e durante le prove nazionali e continentali.

A Racice, in Repubblica Ceca, è Alessandro Calder, timoniere del Rowing Club Genovese, a suonare la carica per il 4 con azzurro e a condurlo, al termine di una straordinaria rimonta ai danni degli Stati Uniti, sul più alto gradino del podio. Italia campione del mondo, per Calder nuova soddisfazione dopo il titolo europeo firmato a Gravelines (Francia) a fine maggio. Poi tocca ad Alessandro Bonamoneta, alfiere della Sportiva Murcarolo, festeggiare uno splendido bronzo al secondo carrello del 4 senza. Vittoria in batteria, secondo posto in semifinale e terzo in una finale combattutissima che incorona la Gran Bretagna davanti a Nuova Zelanda e Italia. Per Bonamoneta, già campione d’Europa, una stagione da incorniciare. Dopo l’argento continentale, Maria Ludovica Costa (Rowing Club Genovese) conclude il Mondiale in dodicesima posizione nel doppio mentre Lucia Rebuffo e Giada Danovaro tagliano il traguardo in quinta posizione a bordo dell’otto femminile.

A Shangai applausi per la genovese Bianca Laura Pelloni, tesserata CC Saturnia ma cresciuta nello Speranza Pra, e per il sanstevese Federico Garibaldi (Elpis Genova).
Nel 4 senza Pesi Leggeri Bianca Laura Pelloni, con Maule, Maregotto e Marchetti, domina senza mai concedere alla Cina, argento, di avvicinarsi conquistando l’oro con un vantaggio di oltre 30 secondi. La Pelloni si piazza anche al quarto posto nella gara dell’otto femminile dietro Gran Bretagna, Canada e Stati Uniti. Nel 4 senza, dove Garibaldi gareggia assieme a Di Colandrea, Pagani e Morganti, si accende la sfida tra l’Italia e la Gran Bretagna. Inglesi avanti di un decimo ai 500 e bravi a incrementare su Garibaldi e compagni a metà percorso. La barca azzurra stacca prepotentemente il Canada, terzo, e cerca di avvicinarsi all’equipaggio leader senza riuscirci chiudendo secondo a 2″36 di distanza dalla Gran Bretagna.  La seconda medaglia iridata di Federico arriva nell’otto: bella performance dell’equipaggio che conquista il bronzo, battuto solo da inglesi e canadesi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.